Sciopero trasporti 19 marzo 2014: mezzi pubblici e treni fermi

Il 19 marzo 2014 ci sarà uno sciopero dei trasporti in Italia. Nella giornata dedicata al papà ci sarà un’agitazione sindacale indetta come protesta contro il mancato rinnovo del contratto scaduto ormai da 6 anni. Le sigle Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl FNA e Faisa Cisal hanno proclamato uno sciopero nazionale che andrà ad interessare mezzi pubblici e treni nelle principali città italiane.

La protesta si sarebbe dovuta tenere lo scorso 5 febbraio, ma le segreterie nazionali aveva deciso di rinviarla a causa del maltempo e della pressione fatta dalla Commissione di Garanzia. Dunque, a distanza di poco più di un mese si ripresenterà lo sciopero dei trasporti pubblici che andrà a mettere a rischio autobus, tram, metropolitane e treni regionali.

Le modalità e gli orari saranno differenti di città in città, ma più avanti vi aggiorneremo sulla situazione di ciascuna di esse. Nella giornata della Festa del Papà, molti dipendenti incroceranno le braccia per chiedere il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro, scaduto da ben 6 anni. Si preannunciano disagi per i pendolari e per tutti coloro che dovranno usufruire dei mezzi pubblici per spostarsi in città.