Parchi nazionali più belli d’Italia: classifica di FullTravel

montagnaIl portale FullTravel.it deciso di stilare per i propri lettori una classifica con i più bei parchi nazionali che si trovano sul nostro territorio, che vanta un discreto panorama paesaggistico e naturalistico. La top ten vede in prima posizione il Parco Nazionale del Gran Paradiso, istituito quasi cent’anno fa, tra i più antichi d’Italia, ma sicuramente fra i più belli da visitare. A seguire viene menzionato il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, decisamente più giovane d’età, ma non per questo meno bello; chiude il podio il Parco Nazionale del Pollino, tra Basilicata e Calabria.

[sniplet ADSENSE]

Nell’elenco stilato troviamo il Parco Nazionale dell’Asinara in Sardegna, che occupa la quarta posizione, poi a seguire il Parco Nazionale della Sila in Calabria (5° posto); di bellezza unica è pure il Parco Nazionale delle Cinque Terre in Liguria, che si trova in sesta posizione, davanti al Parco Nazionale d’Abruzzo, che si estende anche in Lazio e Molise. Le ultime posizioni sono occupate da Parco Nazionale dello Stelvio (8° posto), Parco Nazionale dell’Arcipelago de La Maddalena (9° posto) e Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano (10° posto).

Monasteri più belli d’Italia: dove dormire in Umbria, Toscana e Lazio

madonnaIn Italia troviamo numerosi monasteri, fra cui alcuni dove si può persino pernottare. Per chi ha intenzione di provare un’esperienza differente, vivendo anche solo per qualche giorno come i monaci tra spiritualità e silenzio, vi segnaliamo alcuni luoghi nel centro Italia dove poter andare. Tra Lazio, Umbria e Toscana ci sono diversi monasteri che offrono la possibilità di soggiornare.

[sniplet ADSENSE]

A Roma ce ne sono diversi, fra cui spicca il Monastero di Santa Croce in Gerusalemme, dove vivono i Monaci Cistercensi, ma restando nel Lazio abbiamo anche i Monasteri Benedettini di Subiaco, dove si può avere la pensione completa a 60 euro al giorno. In Umbria spiccano il Monastero di Santa Chiara a Montefalco, aperto solo alle donne, ed il Protoconvento della Porziuncola ad Assisi; spostandoci in Toscana, invece, abbiamo il Santuario Francescano di La Verna, dove una notte costa 57 euro a persona, piuttosto che l’Abbazia di Sant’Antimo a Montalcino, dove poter pernottare facendo un’offerta libera.

Bandiere Blu 2015 in Emilia Romagna: spiagge migliori per l’estate

bandiere-bluLa FEE (Foundation for Environmental Education) ha annunciato le Bandiere Blu 2015. Alla vigilia della stagione estiva sono state rese note le spiagge contrassegnate da questo vessillo che viene assegnato alle località balneari con un’ottima qualità delle acque, nonché dei servizi. Quest’anno troviamo delle novità rispetto a quello passato, con il numero delle Bandiere Blu lungo le coste italiane che è andato crescendo. In Emilia Romagna troviamo 9 Bandiere Blu tra le diverse province.

[sniplet ADSENSE]

Nella provincia di Rimini abbiamo Bellaria Igea Marina, Cattolica e Misano Adriatico, mentre spostandoci nella provincia di Forlì-Cesena figurano Cesenatico, Gatteo e San Mauro Pascoli. Solamente due le località balneari premiate nella provincia di Ravenna, ovvero Cervia, con le spiagge di Milano Marittima e Pinarella, e Ravenna, con i lidi ravennati. Infine, nella provincia di Ferrara troviamo Comacchio con i lidi comacchiesi. Rispetto all’estate scorsa non ci sono novità sulla Riviera Romagnola, ma la distanza da altre regioni è ancora ampia, dato che le prime della classe vantano almeno il doppio delle Bandiere Blu lungo le loro coste.

Dove dormire a Milano: Espresso Hotel, albergo social

hotelEccoci qui di nuovo a parlare di hotel strani e di posti stravaganti in cui dormire in vacanza. Tra le novità arriva Espresso Hotel, il primo hotel social in Italia dedicato a clienti business, ma non solo. Questo albergo ha aperto da poco tempo a Milano, nella zona vicino all’aeroporto di Linate e ha lo scopo di far condividere la propria esperienza ai clienti, ma anche di far conoscere altri ospiti dell’albergo per creare nuove amicizie.

[sniplet ADSENSE]

Espresso Hotel è un albergo smart con 100 camere arredate in modo minimale e moderno dotate di Wi-Fi, TV, letto e doccia king-size e tutte le comodità per chi arriva in hotel da solo, che sia per lavoro o piacere. La particolarità di Espresso Hotel non è tanto il design, quanto i servizi offerti; infatti, all’arrivo il cliente avrà un tablet che egli potrà usare per navigare e chattare con altri ospiti, con la possibilità di incontrarsi negli spazi comuni messi a disposizione dall’hotel.

Tramite un’app messa a disposizione, i clienti potranno proporre eventi re appuntamenti di gruppo. Espresso Hotel è un albergo a 3 stelle e a breve aprirà anche un ristorante social all’interno dell’albergo con serate a tema social ed eventi.

Bandiere Blu 2015: migliori spiagge in Veneto e Friuli Venezia Giulia

bandiere-bluLa Foundation for Environmental Education (FEE) ha assegnato le Bandiere Blu per l’estate 2015. Come di consueto alla vigilia della stagione estiva sono state premiate con il prestigioso riconoscimento le spiagge dotate di acque pulite e servizi ottimi. A primeggiare anche stavolta è stata la Liguria con 23 Bandiere Blu, poi a seguire Toscana (18) e Marche (17).

[sniplet ADSENSE]

Nella regione veneta troviamo 8 Bandiere Blu quest’anno, mentre nella regione friulana sono 2 le Bandiere Blu assegnate. Nel primo caso abbiamo in provincia di Venezia le località balneari di Jesolo, Eraclea, Caorle (Brussa, Duna Verde, Levante, Ponente e Porto Santa Margherita) e Chioggia (Sottomarina), ma anche San Michele al Tagliamento (Bibione), Cavallino Treporti e il Lido di Venezia, mentre in provincia di Rovigo abbiamo Rosolina (Rosolina Mare e Albarella). Le due Bandiere Blu 2015 in Friuli Venezia Giulia sono Grado in provincia di Gorizia e Lignano Sabbiadoro in provincia di Udine.

Bandiere Blu 2015 nelle Marche: lista migliori spiagge

bandiere-bluIn occasione della stagione estiva che sta per arrivare sono state svelate le Bandiere Blu 2015 da parte di FEE – Foundation for Environmental Education. Quest’anno sono incrementati i vessilli lungo le coste italiane, con la Liguria che è la regina indiscussa con le sue 23 Bandiere Blu. In seconda posizione abbiamo la Toscana con 18 vessilli, mentre a chiudere il podio troviamo le Marche con 17 spiagge premiate. Lungo le coste marchigiane da Pesaro fino ad Ascoli Piceno troviamo rinomate località balneari premiate per la qualità delle loro acque e dei loro servizi.

[sniplet ADSENSE]

In provincia di Pesaro troviamo Gabicce Mare, Pesaro con la zona di ponente e quella di levante, ma anche Baia Flaminia, poi ancora Mondolfo-Marotta e Fano; spostandoci in provincia di Ancona c’è Senigallia, Portonovo ai piedi del Monte Conero, Sirolo con le spiagge di Sassi Neri, San Michele e Urbani ed, infine, Numana fino a Marcelli.

Sono 2 le Bandiere Blu in provincia di Macerata, ovvero Civitanova Marche e Porto Potenza Picena, mentre sono 4 quelle in provincia di Fermo, ovvero Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio, Pedaso e la stessa spiaggia di Fermo. Chiudiamo con la provincia di Ascoli Piceno dove troviamo San Benedetto del Tronto nella Riviera delle Palme, Cupra Marittima e Grottammare.

Spiagge Bandiere Blu 2015 in Toscana: elenco località premiate

bandiere-bluLa FEE ha assegnato le Bandiere Blu 2015 alle località balneari italiane le cui spiagge sono risultate essere considerate di alta qualità per quanto riguarda le acque e i servizi. La Toscana è una delle regioni che vanta il maggior numero di vessilli, ben 18, ed occupa la seconda posizione alle spalle della Liguria. Lungo le coste toscane troviamo diverse spiagge con Bandiera Blu.

[sniplet ADSENSE]

In provincia di Grosseto troviamo Castiglione della Pescaia, Follonica, Marina di Grosseto con Principina a Mare e Monte Argentario con Cala Piccola, Porto Ercole, Porto Santo Stefano, Santa Liberata e Feniglia. Spostandoci nella provincia di Livorno, invece, troviamo Bibbona, Castagneto Carducci, Cecina, Livorno, Marciana Marina, Piombino, Rosignano Marittimo con Castiglioncello e Vada e San Vincenzo; Camaiore, Forte dei Marmi, Pietrasanta e Viareggio sono le Bandiere Blu in provincia di Lucca, mentre in quelle di Massa-Carrara e Pisa ne abbiamo una ciascuna: Marina di Carrara e Marina di Pisa.

Bandiere Blu 2015: elenco spiagge migliori in Liguria

bandiere-bluLa FEE – Foundation for Environmental Education ha assegnato le Bandiere Blu 2015. L’ente ha premiato le migliori spiagge d’Italia per la qualità delle acque e dei servizi come ogni anno. Quest’anno ci sono delle novità lungo le coste italiane, con la Liguria che ha primeggiato con ben 23 vessilli. Lungo il litorale ligure troviamo addirittura 3 nuove Bandiere Blu rispetto all’anno scorso, si tratta di Santa Margherita Ligure, Taggia e Borghetto Santo Spirito. Andiamo a scoprire quali sono le altre.

[sniplet ADSENSE]

In provincia di Genova ci sono Chiavari con Zona Gli Scogli, Moneglia e Lavagna, mentre nella provincia di Imperia abbiamo Bordighera, San Lorenzo al Mare con la Baia delle Vele e Santo Stefano al Mare con la Baia Azzurra; spostandoci nella provincia di La Spezia figurano Framura, Ameglia e Lerici. Decisamente corposa la lista delle spiagge Bandiera Blu in provincia di Savona: Albisola Superiore, Albissola Marina, Bergeggi, Celle Ligure, Finale Ligure, Loano, Noli, Pietra Ligure, Savona, Spotorno e Varazze.

Bandiere Blu 2015: spiagge migliori per l’estate

bandiere-bluLa Foundation for Environmental Education (FEE) ha assegnato le Bandiere Blu 2015. Le spiagge migliori per la qualità delle acque e dei servizi per l’estate 2015 sono ben 280 in totale. La regione regina di quest’anno è la Liguria, che vanta ben 23 riconoscimenti, in crescita rispetto a dodici mesi fa. Sul podio anche Toscana e Marche, rispettivamente stabili con 18 e 17 località balneari premiate.

[sniplet ADSENSE]

Rispetto all’anno scorso troviamo anche delle new-entry. Ci sono Borghetto Santo Spirito, Santa Margherita Ligure e Taggia in Liguria, Rosolina in Veneto, Terracina nel Lazio, Capaccio in Campania, Castellaneta in Puglia, Tusa in Sicilia, Castelsardo e Sorso in Sardegna e Cannobio in Piemonte. A perdere il prestigioso riconoscimento sono Silvi e Rocca San Giovanni in Abruzzo e poi Marsala e Ragusa in Sicilia.

Tornando alla classifica per regioni, troviamo la Campania con 14 Bandiere Blu, una in più rispetto all’estate passata; in crescita anche la Puglia con 11 vessilli in quinta posizione, poi abbiamo l’Emilia Romagna a 9, l’Abruzzo a 8, in discesa, che ora si trova appaiato a Veneto, Lazio e Sardegna. Scende a 5 Bandiere Blu la Sicilia, poi troviamo la Calabria a 4, il Molise a 3, il Friuli a 2 e la Basilicata a 1. Riguardo ai laghi, invece, abbiamo in testa il Trentino Alto Adige con 5 Bandiere Blu, poi Piemonte con 2 e Lombardia con 1.

Via Francigena in bici: tappe e percorso da Aosta a Roma

biciclettaLa Via Francigena collegava al tempo Roma con i territori dell’Europa centro-occidentali, la Francia in particolare. Oggi, questo antico percorso è stato riscoperto e sono in molti a voler intraprendere questo cammino. La maggior parte lo percorrono in bicicletta, scoprendo il territorio italiano, fatto di storia, luoghi incantevoli e bellezze artistiche.

[sniplet ADSENSE]

Sul territorio nazionale abbiamo un lungo tratto della Via Francigena, che giunge fino a Roma dalla Valle d’Aosta. Si parte dal Gran San Bernardo e si giunge nella Capitale dopo 1.027 chilometri. Il percorso è suddiviso in 23 tappe ed è adatto a tutti. Grazie a Sloways, infatti, si può noleggiare una e-bike e viaggiare senza il peso dei bagagli, grazie al servizio di trasporto degli stessi di tappa in tappa.

Il primo tratto della Via Francigena va dal Gran San Bernardo ad Aosta, poi si raggiungono Verres, Viverone, Vercelli, Mortara, Pavia e Orio Litta; in seguito si va alla volta di Fiorenzuola, Fornovo, Berceto, Aulla, Marina di Massa e Lucca. In Toscana ci sono anche le tappe di San Miniato, San Gimignano, Siena, San Quirico e Radicofani; poi si va alla volta di Bolsena, Viterbo, Sutri e Formello prima di entrare a Roma. Per consultare i dettagli sull’itinerario basta collegarsi al sito internet www.viafrancigena.bike.